Impianti industriali di ultrafiltrazione in depressione

E’ una tecnologia che si sta diffondendo nel mercato grazie alla sua economicità ed elevata facilità di pulizia.
La tipologia più adottata da Idroconsult è quella a fibra cava.
La inerzia chimica si mantiene elevata, in quanto i materiali utilizzati sono principalmente PP e PE.
Risulta la scelta più indicata per alte portate di trattamento.

Il sistema generalmente da noi adottato prevede l’impiego di membrane ad ultrafiltrazione a fibra cava, che operano immerse nell’acqua da trattare.

Tali membrane, che si presentano come dei sottilissimi tubicoli, vengono allestite in fasci uniti alle estremità, e che ne consentono una relativa mobilità, necessaria per la fase di lavaggio delle stesse.
Il materiale che viene trattenuto dalle membrane viene infatti periodicamente rimosso tramite uno scuotimento della stessa membrana a mezzo di aria insufflata periodicamente all’interno della vasca a mezzo di diffusori sommersi o controlavate in controcorrente a mezzo pompa.
Il materiale di cui sono costituite (polipropilene) consente loro di subire torsioni senza avere danno alcuno.

Fotogallery

zoom

Impianto di ultrafiltrazione: Portata 16 m/h » Impianti industriali di ultrafiltrazione in depressione

Impianto di ultrafiltrazione: Portata 16 m/h

Impianto di ultrafiltrazione: Portata 24 m/h » Impianti industriali di ultrafiltrazione in depressione

Impianto di ultrafiltrazione: Portata 24 m/h

Impianto combinato di ultrafiltrazione e osmosi. » Impianti industriali di ultrafiltrazione in depressione

Impianto combinato di ultrafiltrazione e osmosi.

Allestimento a bioreattore Portata: 0,5 m/h » Impianti industriali di ultrafiltrazione in depressione

Allestimento a bioreattore Portata: 0,5 m/h

Allestimento a bioreattore Portata: 3,0 m/h » Impianti industriali di ultrafiltrazione in depressione

Allestimento a bioreattore Portata: 3,0 m/h